sebina, you, servizi, biblioteca, utente

Dettaglio News nel sistema

I progetti di "Inbound marketing in biblioteca"

Come migliorare la visibilità della biblioteca nel web, acquisire nuovi utenti ed essere protagonisti dei nuovi scenari digitali

 

Oggi, uno dei temi di cui si parla più diffusamente è quello della trasformazione digitale che coinvolge molti aspetti della società.

Gli utenti oggi sono grandi utilizzatori di Internet, reattivi, ubiqui, esigenti, sempre connessi. In ogni momento c'è qualcuno in rete che sta cercando un servizio e vuole essere protagonista della sua scelta.

Questo mutato scenario nel web chiede un nuovo grande passo anche da parte delle Istituzioni e in particolare delle biblioteche.

I bibliotecari sono chiamati a svolgere il ruolo di catalizzatori della cultura in rete in modo adeguato alle nuove esigenze.

Il web, quindi, ci chiede di COMUNICARE, ESPORRE, DIFFONDERE informazioni, notizie, suggerimenti, ci chiede di far conoscere la biblioteca, i suoi servizi, … al pubblico della rete.

È a seguito di questo cambiamento che il marketing digitale ripensa, rimodella e rivede le modalità di interazione con le persone.

Il processo che si applica per realizzare questo nuovo approccio strategico è detto dell’INBOUND MARKETING e il suo obiettivo è creare le condizioni affinché il nostro potenziale utente sia attratto dalla proposta dei servizi bibliotecari e ne diventi un "fan".

Data Management PA ha messo a punto una proposta progettuale assolutamente innovativa e unica nel suo genere: ha applicato i principi e i metodi dell’INBOUND MARKETING alle specificità delle settore bibliotecario.  Da qui nasce il progetto “INBOUND MARKETING IN BIBLIOTECA” .

Questa declinazione crea un mix fra le nostre competenze aziendali maturate nel settore dell’inbound e le profonde conoscenze dei processi e dei servizi della biblioteca e del sistema bibliotecario acquisite in questi anni di lavoro al fianco delle Istituzioni bibliotecarie.

 

Le 4 fasi dell’inbound marketing

L’inbound marketing si compone di 4 distinte fasi:

  • Attirare
  • Convertire
  • Chiudere
  • Deliziare

La prima fase del processo è quella di attirare i potenziali utenti interessati che al momento sono ancora degli estranei verso le pagine della biblioteca (o del sistema bibliotecario) e trasformarli in visitatori.

Questo avviene lavorando sulla visibilità dei contenuti della biblioteca nei motori di ricerca.

La seconda fase del processo di inbound segue il nostro visitatore che si è avvicinato ad una pagina redazionale specifica, ad una scheda di catalogo o ad altri punti del portale bibliotecario e ha l’obiettivo di “convertirlo” in lead. Per raggiungere questo obiettivo occorre mettere a disposizione contenuti “di valore” e trasmettere in modo chiaro qual è il vantaggio di diventare utenti della biblioteca.

La terza fase, denominata del “chiudere” segna il passaggio da lead a utente e può essere assimilata all’azione di iscrizione in biblioteca o all’effettuazione del primo prestito o della prima consultazione.

L’inbound prevede di deliziare e trasformare l'utente in "fan"  tramite il suo quarto e ultimo passo del suo processo. E' la fase della fidelizzazione che porta a vivere in modo gratificante l’esperienza in biblioteca.

 


   

Data Management Pa propone un percorso formativo e servizi di consulenza specializzati per la realizzazione di  progetti di "INBOUND MARKETING in biblioteca".

I progetti sono per TUTTE le biblioteche indipendentemente dalle piattaforme software che hanno in uso.

Per saperne di più scarica l'ebook "Inbound marketing in biblioteca"

Se vuoi avere maggiori informazioni e realizzare un progetto di inbound marketing in biblioteca, contattaci