SebinaCAMP

SebinaCAMP, l’appuntamento annuale della Community Sebina-ReteINDACO.

SebinaCAMP

Da oltre 10 anni la community si incontra per condividere esperienze e buone pratiche, nello spirito di collaborazione che è alla base della storia di Sebina.

L’edizione del 1 febbraio 2018 è la 12° e la seconda con la nuova denominazione SebinaCAMP .

E’ organizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Torino e 44 Istituzioni Culturali.

Il convegno quest’anno affronterà, prima di tutto, il tema del cambiamento: nei servizi per gli utenti e nei processi di governo delle Istituzioni Culturali. I comportamenti degli utenti nascono dalla trasformazione digitale che ne modifica, di conseguenza, esigenze e aspettative. Il risultato sono nuove modalità di interazione più interattive e a 2 vie. L’attenzione e il coinvolgimento vanno conquistati, quindi, attraverso la promozione e la proposta di nuove modalità di conversazione e di accesso alla biblioteca.

Anche i processi gestionali governati dai bibliotecari sono influenzati da questo scenario generale. Sono più semplici, fluidi, con tempi che tendono a ridursi. Si aprono nuovi ambiti anche con l’adozione di nuovi standard. I dati sono aperti e condivisi.

Fra le novità ci sarà anche la presentazione di una piattaforma dedicata ai temi della sicurezza ed emergenza nelle istituzioni culturali: PSEM. In tempi in cui l’emergenza diventa una prassi, l’attenzione alla prevenzione e alla gestione del rischio è indispensabile.

Molti, quindi, gli aspetti trattati. Per fornire una visione la più ampia possibile e offrire spunti di riflessione nella consapevolezza di un cammino comune e condiviso.

 

Il Programma

Ore 9,00Accoglienza
ore 9,45Inizio lavori
Enrico Pasini | Università degli Studi di Torino, Delegato del Rettore per lo sviluppo e il coordinamento del sistema bibliotecario, archivistico e museale dell’Ateneo
Sandra Migliore | Associazione Italiana Biblioteche
L’esperienza del Polo Bibliografico della ricerca dell’Università di Torino | Franco Bungaro, Università degli Studi di Torino, Servizi Bibliotecari Ateneo
Il Polo del ‘900 | Matteo D’Ambrosio, Polo del ‘900
Ore 10,30Tra digitale e Cultura diffusa | Anna Busa, DM Cultura
Ore 11,00Open data, Linked Open Data e SebinaNEXT | Marisa Montanari, DM Cultura
Ore 11,15I linked data e il futuro del catalogo: verso il Web dei dati | Maurizio Vivarelli, Università degli Studi di Torino
Ore 11,45BiblioBi: l’esperienza del Polo di Biella | Anna Bosazza, Comune di Biella
Ore 12,00Dinamiche di comportamento degli utenti: un patrimonio da analizzare e stimolare | Marco Ranieri, DM Cultura
Ore 12,15ReteINDACO

Le novità | Cristina Celegon, Fondazione Querini Stampalia Venezia e Presidente Comitato Scientifico ReteINDACO
L’esperienza della Nazionale di Napoli |
Rossella Ruoppolo, Maria Iannotti, Domenico D. De Falco, Biblioteca Nazionale di Napoli e Sara Tomassoni, DM Cultura
EUT Edizioni Università di Trieste, la collaborazione con ReteINDACO |
Elisa Zilli, Università degli Studi di Trieste

Ore 13,00Il tema della sicurezza ed emergenza per i beni culturali | Tiziana Maffei, Architetto e Presidente ICOM Italia

PSEM per la protezione e la gestione dei rischi dei luoghi della cultura | Gianluigi Trerè, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza e Daniela Saccomandi, DM Cultura

ore 13,30pausa pranzo
Ore 14,30Mobile e nuove tecnologie, per una biblioteca che cambia | Taymer Ragazzini, DM Cultura
Ore 14,45GDPR General Data Protection Regulation: la scadenza si avvicina, siamo pronti? | Andrea Veneziani, Emaze
Ore 15,30fine lavori

 

Per partecipare

La partecipazione, riservata ai bibliotecari della community Sebina-ReteINDACO, è gratuita, ma è obbligatoria l’iscrizione.

Iscriviti

Le iscrizioni saranno chiuse il 30 gennaio alle ore 13,00

Come raggiungere le SEDI del convegno